Andare a vivere da soli: sono andata a vivere da sola a 25 anni, perchè?

Andare a vivere da soli: sono andata a vivere da sola a 25 anni, perchè? Nel video di oggi ti racconto del trasferimento nel mio appartamento e delle sensazioni che si provano a affrontare un trasloco. Come è vivere da soli? Come prepararsi a fare un passo del genere? Oggi te lo racconto in questo post!

Andare a vivere da soli: sono andata a vivere da sola a 25 anni, perchè?

Dal 1° aprile 2018 (no, non è un pesce d’aprile) abito per conto mio in un appartamento in affitto. Ormai è passata più di una settimana da mio trasferimento, ma per certi versi sembra passato tantissimo tempo.

Come ti racconto nel video stesso, l’esperienza del trasloco è totalizzante, sia dal punto di vista fisico che emotivo: raccogliere le proprie cose, scegliere cosa tenere, cosa buttare e cosa lasciare a casa vecchia è una sfida. Perchè ti parlo di sfida? Perchè quando vai a vivere da solo crei uno spazio che è tuo, al 100%. Decidere di portarsi dietro qualcosa o meno dalla tua casa natia ti pone di fatto delle domande che forse mai ti eri chiesto: perchè voglio portarmi dietro questo libro? Parla di me questo peluche? Perchè è così importante questo quadro.

Casa mia: vivere da sola in una nuova dimensione

A di là della funzionalità e della bellezza delle cose, ciò che inscatoliamo per noi ha prima di tutto un valore affettivo. Trasportare noi stessi, gli elementi della nostra dimensione in una nuova realtà, ci pone davanti a problematicità tutte nuove.

Dove metto i miei vestiti? Come posso organizzare i trucchi? Gli asciugamani del bagno dove posso riporli?

E queste sono solo alcune delle domande a cui sono stata chiamare a rispondere.

Una vera e propria sfida, sì.

In questo brevissimo tempo che ho passato a casa nuova ho imparato che nella propria casa si deve creare una dimensione di quotidianità nostra, una routine organizzata che ci fa interfacciare con il nostro luogo come se fosse quasi un organismo: dobbiamo pulirlo, mantenerlo lindo, curarlo e insegnargli ad accogliere le persone, noi in primis.

Room Tour: come ho curato la mia camera da letto

Fin dal primo momento che ho visto l’appartamento che poi avrei decretato essere il “prescelto” mi ero sempre immaginata come sarebbe stata la mia camera da letto: signorile. Molti elementi che ci sono adesso erano preesistenti, come ad esempio il letto, la toilette in marmo e l’armadio a muro. Altri li ho direttamente portati dalla mia vecchia camera come la toilette dei trucchi o lo specchio di Maisons Du Monde dal sapore shabby chic.

Gli elementi nuovi sono senz’altro le lenzuola e le federe di Zara Home con cui mi sono divertita a comporre il letto dei miei sogni.

Il risultato? Il mio letto è talmente tanto perfetto che è difficilissimo uscirne fuori la mattina.

Per quanto riguarda invece l’organizzazione di tutti i vestiti ho usato principalmente l’armadio a muro e alcuni cassetti di IKEA nascosti sotto il letto. Mi rendo conto di dover organizzare un po’ meglio il tutto, ma sono abbastanza soddisfatta, anche considerando che sono soltanto una manciata di giorni che vivo per conto mio.

Andare a vivere da soli: sei già uscito di casa?

E tu sei già andata a vivere da sola? Ci stai pensando? Se ti interessa il tema fammelo sapere con un commento qua sotto.

 

andare a vivere da soli letto con lenzuola zara home-2 letto con lenzuola zara home-2 toilette anni 60 con fiori toilette anni 60 con fiori toilette anni 60 con fiori toilette trucchi

 

Posted in

Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio. May, 13, 1993. Fashion, beauty and life lover.

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.