Two Bags for Lady D

Qualche giorno fa, per la precisione il 3 Ottobre, è uscito nelle sale il film Diana – La storia segreta di Lady D e ieri sera, insieme alle mie amiche, sono andata a vederlo.
Criticatissimo film a parte, abbiamo notato subito l'”arsenale” di it bag della principessa, ma volete sapere quali sono stati gli stilisti che sono stati conquistati dalla “regina di cuori“?

Diana Spencer, classe 1961, famosa per il matrimonio (che poi finì in divorzio) con l’erede al trono di Inghilterra, Carlo, principe di Galles, per le missioni umanitarie in Africa e per la sua eleganza senza tempo, ha fatto commuovere tutto il mondo il 31 Agosto 1997, quando si spense sotto il tunnel del Pont de l’Alma a Parigi.
Tutti l’hanno pianta perchè tutti in vita la ammiravano per il suo carisma, per lo sguardo triste e per la sua compassione.
Nessuno le poteva rimanere indifferente!
Diana era eclettica e sempre molto attenta alla propria immagine: deco di Salvatore Ferragamo, completi di Versace, un’icona di stile in tutto e per tutto.
E’ il 1995 e Bernadette Chirac vuole rendere omaggio alla visita di Parigi di Diana di Inghilterra, in occasione di una mostra al Grand Palais: è in quest’occasione che la première dame chiede a Dior di creare una borsa in onore di Lady D, un pezzo iconico, semplice, una forma quadrata con motivo a cannage e lettere logo a charm: la Lady Dior.
Le dita affusolate della principessa triste sono state le prime a stringere quella che sarebbe diventata una delle it-bag più amate dalle celebrities del calibro di Sarah Jessica Parker, Blake Lively, Penelope Cruz e tantissime altre.

Due anni dopo, nel 1997, Tod’s consacra a Diana un borsa minimale ma non priva di eleganza, la D Bag, che fa subito innamorare le star di Hollywood, come Nicole Kidman e Julia Roberts.
Di Tod’s anche il Gommino che Naomi Watts calza nel film, come la costume designer Julian Day aveva stabilito al fine di ricreare alla perfezione l’immagine della principessa.

Grazie per esser passato da me  || Thanks for reading 

 
FOLLOW ME ON:

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo dove (e con chi) preferisci

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio

Content creator appassionata di fotografia! Vivo in mezzo alla natura e ho trovato la mia anima nel cottagecore.

9 Commenti


Vittoria Gallacci
07/10/2013 at 11:52
Reply

Era una donna bellissima e si meritava il meglio del meglio! ♥

Vittoria from 5 IN THE MORNING
http://vittoriafiveinthemorning.blogspot.it/


glamoroza
07/10/2013 at 18:37
Reply

She’s an amazing woman. Thanks for this post, I learned so much more about her 🙂

Xo,
Amor GLAMOROZA.NET
GLAMOROZA ON INSTAGRAM


Tanya W.
07/10/2013 at 21:38
Reply

She’s amazing lady and inspiration. when you have a minute pls welcome to my blog!

http://www.attraction2fashion.com


Nequéren Reis
07/10/2013 at 21:39
Reply

Olá!!!, Deus te abençoe bom final de semana, amiga post encantador amei bela rainha, SUCESSO AMIGA.
já estou te seguindo aguardo retribuição.
Blog: http://arrasandonobatomvermelho.blogspot.com.br
Canal de youtube: http://www.youtube.com/NekitaReis


ELISA
07/10/2013 at 21:41
Reply

La Lady Dior la adoro anche io! <3
bacini tesoro!
Ti aspetto da me…
Nameless Fashion Blog
Nameless Fashion Blog Facebook page


Veronica Vannini
07/10/2013 at 22:36
Reply

Che bella, aveva grande stile!
Bacioni cara!
Passa a trovarmi VeryFP


Serena Reale
08/10/2013 at 10:59
Reply

Voglio vederlo anche io questo film assolutamente 🙂 Bellissimo post e anche molto interessante 🙂
http://mywonderrfulworld.blogspot.it/


Les Mademoiselles
08/10/2013 at 15:41
Reply

ci piacciono molto i post di recensione. 🙂
Laura e Vale di http://www.lesmademoiselles.it


I Wish It, I want It: Lady Dior – EVERYDAY COFFEE
18/12/2014 at 16:17
Reply

[…] vi ricordate questo post, sapete senz’altro chi fu la donna che donò popolarità a questa borsa. Sì, sto proprio […]


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.