Vladimiro Gioia autunno inverno 2016: pellicce come opere d’arte, applicazioni barocche e motivi geometrici

Durante quest’ultima settimana della moda ho amato correre da una parte all’altra di Milano, complice sia il bel tempo di fine febbraio, sia una conoscenza migliore della città meneghina. Quando ho visto l’indirizzo dello showroom di Vladimiro Gioia mille pensieri bellissimi e ricordi che scaldano il cuore sono affiorati alla mente e i miei occhi non vedevano già l’ora di mirare tanto nuovo splendore: lo showroom, dovete sapere, è vicino a Piazza Oberdan, storica location per la sfilata di Gucci e altri prestigiosi marchi, e per me quell’indirizzo è stata l’anticipazione di una favolosa presentazione.

Vladimiro Gioia autunno inverno 2016: pellicce come opere d’arte, applicazioni barocche e motivi geometrici

Il primo giorno di MFW c’era il sole e la sua luce penetrava tersa e bellissima dalle finestre dello showroom di Vladimiro Gioia, pronta per illuminare nel migliore dei modi le bellissime pellicce e gilet del designer.

Scoprire la nuova collezione autunno inverno di questi capi d’abbigliamento è stata proprio un’esperienza unica, quel tipo d’esperienza che si vive quando si studia un’opera d’arte, si rimira e si vogliono capire tutte le sue componenti. E’ proprio dal mondo dell’arte che Vladimiro Gioia prende ispirazione e realizza le sue opere.

Queste fur infatti nascono dalla combinazione di diverse pellicce cucite insieme in modo da formare disegni o motivi animalier: nella collezione del prossimo autunno inverno non troverete solo fantasie tigrate o zebrate, ma anche disegni geometrici o optical con farfalle e astrattismi dai mille colori. La tecnica di realizzazione di queste pellicce mi ha davvero colpito, in particolar modo mi ha piacevolmente stupito la lavorazione del motivo a scacchi che richiede una grandissima maestria e conoscenza della materia prima.

Pur essendo una collezione invernale, la vivacità dei colori e la vastità delle palette colpisce al primo sguardo, ma non solo: una grandissima novità della prossima stagione è anche la combinazione della pelliccia con la pelle di pitone. La ricchezza di cromatismi e di combinazioni di materiali viene accompagnata anche da una ricchezza di dettagli elegantemente barocca: swarovski e applicazioni metalliche impreziosiscono le spalle e i revers di gilet e cappotti.

Insomma quella di Vladimiro Gioia è una collezione tutta da scoprire, in grado di vestire la donna in qualsiasi occasione: un gilet lungo celeste ghiaccio per un red carpet, uno fucsia corto per un pomeriggio tra amiche, un cappotto visone per la mamma, uno con intarsi colorati per la figlia.

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità di questo marchio vi invito a visitare il sito web e la pagina Facebook.

IMG_7107 IMG_7108 IMG_7109 IMG_7112 IMG_7123 IMG_7125 IMG_7127 IMG_7130 IMG_7137

Se hai ancora voglia di leggere ti consiglio:

VLOG MFW FEBBRAIO: primo giorno

Mambrini autunno inverno 2016: dalla Russia con amore

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo dove (e con chi) preferisci

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio

Content creator appassionata di fotografia! Vivo in mezzo alla natura e ho trovato la mia anima nel cottagecore.

5 Commenti


Eni
12/03/2015 at 23:41
Reply

Belle, stupende, meravigliose!!!! Mi piacciono le forme, i colori, insomma tutto!!!!!!!
Un bacio,
Eni

Eniwhere Fashion
Eniwhere Fashion Facebook


andrea
12/03/2015 at 23:48
Reply

Ne sono innamorato!
DIARIODIUNACIDO.COM
Andy


Giulia
13/03/2015 at 09:56
Reply

Oddio ma sono meravigliose, le voglio tutte!
xoxo
G


ELi
13/03/2015 at 10:54
Reply

E CHE COLORI. UNA RICCHEZZA INAUDITA DEGNA DI UN RE.
BACIONI BELLA
http://WWW.THELADYCRACY.IT


Mary
17/03/2015 at 00:45
Reply

Great post and pictures! Love it!

http://marypolka.com/


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.