Vivi come i locali dell’entroterra ligure: GYLE me l’ha insegnato!

Vivi come i locali dell’entroterra ligure: l’esperienza GYLE me l’ha insegnato quanto sia importante spendere del tempo e fermarsi a chiacchierare, osservare.

Vivi come i locali dell’entroterra ligure: GYLE me l’ha insegnato!

Quando si viaggia, siamo in compagnia di una guida 📖. Non so tu, ma io nei miei viaggi l’ho fatto. Avere una cartina con me mi ha sempre dato un senso di sicurezza maggiore: possibilità di scelta più ampie, conoscenza del territorio e di eventuali hotspot da visitare.

Insomma, forse qualche bacheca di Pinterest📍 può venire in soccorso alla nostra sete di conoscenza quando si viaggia, ma niente è come la guida.

In Liguria è stato diverso.

Per i miei tre giorni ad Imperia con GYLE, il mio team composto da Alice e Marco aveva anche una local guide, Dasha, che ha stuzzicato la nostra curiosità con aneddoti legati al territorio. Dasha è stata in grado di introdurci nel migliore dei modi ad una visita della provincia di Imperia “diversa”. Ma diversa in che senso?🤔

Diversa nel senso che la nostra guida cartacea l’abbiamo lasciata a casa e abbiamo visto la Liguria senza filtri, senza un paio di occhiali uguali per tutti (in quel caso c’erano quelli di Polaroid che ci hanno fatto riposare gli occhi😎), senza un percorso prestabilito. O meglio, il sentiero da seguire c’era, ma ognuno di noi ha deciso di conoscerlo secondo la propria attitudine.

Io mi sono buttata.

Durante questi tre giorni la Mia Liguria ha accolto una pellegrina allo sbaraglio, perché era così che mi sentivo. Libera, rilassata, felice. E secondo me questo dovrà essere lo stato d’animo che dovrò avere sempre durante ogni viaggio che intraprenderò ✈️.

Questa sensazione di libertà mi ha dato la possibilità di aprirmi con le persone del luogo.

Cosa ho imparato?

Ho imparato che la dimensione intimistica e selvaggia dell’Ubagu, propria dell’entroterra ligure, mi appartiene in tutto e per tutto. Ho assaggiato alcuni alimenti della cucina bianca, che prima neanche sapevo cosa fosse. Adesso invece voglio proporre anche a casa mia una festa della transumanza o una settimana di cucina bianca anche a casa mia, con alimenti poveri e di colore bianco come le castagne, il formaggio o il riso🍚. Ho imparato la storia del vino Rossese grazie ad una simpaticissima e arzillissima vecchietta di Dolceacqua e adesso conosco una deliziosa ricetta per cucinare le lumasse 🐌.

La Liguria mi ha insegnato che occorre incantarsi e fermarsi a guardare, ma soprattutto ad ascoltare le persone del luogo.

I viaggi puoi farli anche da seduto

Siediti per un attimo. Chiedi un consiglio, una storia di un prodotto o qualche aneddoto sul luogo a un local e preparati ad un nuovo viaggio. Io, seduta su uno scalino di pietra, sono stata trascinata indietro nel tempo nella storia dei Doria accompagnata da un simpatico signore con una camicia sbottonata e un berretto di paglia calato sul volto 👒. Dasha mi ha fatto rivivere le pene d’amore della giovane protagonista della vicenda legata alla michetta. E tutto sulla nostra Yaris mentre eravamo in viaggio. Vivi come i locali dell’entroterra ligure: l’esperienza di GYLE me l’ha insegnato nel migliore dei modi!

vivi come i locali

A questo link inoltre trovi il post riassuntivo di tutto ciò che è successo in Liguria con GYLE. Ricordati: vivi come i locali per godere pienamente di ciascun tuo viaggio!

Posted in ,

Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio. May, 13, 1993. Fashion, beauty and life lover.

2 commenti

  1. Mariateresa in 29/07/2017 il 15:32

    Che bella esperienza!
    Un bacione,
    Mariateresa Scotti

  2. Serena in 21/08/2017 il 12:58

    bellissimo! 🙂

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.