Trattoria Officina dell’olio: dove mangiare come “una volta” a Pistoia?

Trattoria Officina dell’olio: dove andare a mangiare come “una volta” a Pistoia? I segreti della cucina toscana e dei nostri nonni in una trattoria.

È una storia davvero speciale quella che vi sto per raccontare, perchè parla di un’amicizia che comincia lontano (quasi 20 anni fa) e dell’amore e della cura per il cibo che abbiamo qui in Toscana.

Trattoria Officina dell’Olio: dove mangiare come “una volta” a Pistoia?

Quel luogo comune che in Italia si mangia bene, lo sappiamo, è una realtà tangibile per noi. Il rinomatissimo ragù della nonna, il tiramisù delizioso della zia, il pollo arrosto del nonno la domenica e tanti altri manicaretti fanno parte della nostra cultura.

Se per molti di noi questi piatti rimangono un ricordo che ogni tanto ci capita di incontrare di nuovo al ristorante, per altri costituiscono un traguardo da raggiungere e superare. Tra questi ultimi c’è Nicholas Innocenti, classe 1993, un mio carissimo amico fin dalle elementari con cui sono rimasta sempre in contatto anche se è andato in capo al mondo, letteralmente.

Dopo le scuole medie, Nicholas ha studiato all’Istituto Alberghiero di Montecatini. Dopo 3 anni di studio ha preso il volo prima per gli Stati Uniti, Londra e infine tornare in patria, in Italia. Qui nel 2018 apre il suo ristorante, la Trattoria Officina dell’Olio.

Trattoria Officina dell’olio a Pistoia, qualche indirizzo utile

Via Vacchereccia 11, Massa e Cozzile (PT)

Pagina Facebook

Pagina Instagram

trattoria Officina dell'olio trattoria Officina dell'olio trattoria Officina dell'olio

Ho avuto il piacere di vedere Nicholas e il suo team ai fornelli. Mani che impastavano la pasta della focaccia fatta lievitare 24 ore, patate spadellate che inebriavano la cucina col loro profumo di rosmarino e aromi nostalgici che fanno tornare alla mente le mattinate passate dai nonni.

La Trattoria Officina dell’Olio infatti è specializzata nella cucina toscana tradizionale, “quella delle trattorie dell’800” come ha detto Nicholas. Il mio caro amico, nonché proprietario del locale, si è immaginato la sua attività proprio come una riscoperta delle tradizioni. Con lo studio di preparazioni di tagli di carne anche poveri e vecchie ricette, la cucina dell’Officina dell’Olio è quel tipo di arte culinaria sincera e verace, che ti parla al cuore attraverso il gusto e i ricordi.

trattoria Officina dell'olio patate arrosto trattoria Officina dell'olio focaccia fatta a mano trattoria Officina dell'olio trattoria Officina dell'olio nicholas innocenti nicholas innocenti trattoria Officina dell'olio carne trattoria Officina dell'olio interni

La cucina della Trattoria Officina dell’Olio

Un po’ come la ratatouille in Ratatouille (beati giochi di parole), così anche l’agnello marcato in fondo bruno riporta alla mente le domeniche d’inverno. Il sapore pieno e pungente del fondo bruno ci ha conquistato.

Piatti tipici della cucina povera come la trippa alla fiorentina o i fagioli all’uccelletta sono nobilitati da preparazioni studiate nei minimi particolari perché niente all’Officina è lasciato al caso.

Gli ingredienti di ciascuna pietanza sono scelti e trattati con la massima cura e la brigata di Nicholas è attentissima anche alla sostenibilità della propria cucina.

Le verdure presenti nei vari piatti sono stagionali e a km0: a due passi dall’Officina dell’Olio infatti c’è un orticello che gode di un bel terreno e di tutto ciò che il cielo e la natura può donare.

I salumi e i prosciutti sono tutti realizzati a mano e gli scarti non vengono affatto buttati via. Le cotenne e la parte un po’ più dura del prosciutto sono messi sottolio per creare un condimento favoloso per crostini o fettunte: un antipasto degno di un re!agnello con patate trattoria Officina dell'olio trippa alla fiorentina trattoria Officina dell'olio spaghetti con crema di pane trattoria Officina dell'olio spaghetti trattoria Officina dell'olio menù

Trattoria Officina dell’Olio, la cucina tradizionale Toscana: i piatti poveri nobilitati

E ci siamo sentiti davvero dei re e delle regine a gustare i piatti preparati da Nicholas e dal suo team. I piatti della cucina tradizionale toscana sono sinceri e veraci come quelli delle trattorie. L’attenzione e la cura per la scelta degli ingredienti e delle preparazioni però avvicinano di più l’esperienza culinaria a un concetto più moderno di trattoria, per ritrovare nel piatto non soltanto “buon cibo” ma anche la storia della nostra amata cucina.

Concludere la serata con il dessert che l’Officina ci ha proposto è stata proprio il perfetto coronamento di una serata già bellissima. Una ricetta di famiglia di una torta di carote che solo il profumo ispira calore e coccole: accompagnata da un cremosissimo cream cheese ci ha fatto desiderare di concludere la cena per ricominciare da capo.

trattoria Officina dell'olio affettati trattoria Officina dell'olio affettati fatti a mano trattoria Officina dell'olio sott'oli trattoria Officina dell'olio antipasto composta di arance amare trattoria Officina dell'olio trattoria Officina dell'olio crostini al pomodoro trattoria Officina dell'olio bistecca trattoria Officina dell'olio carne alla brace trattoria Officina dell'olio carne alla brace trippa alla fiorentina trattoria Officina dell'olio trattoria Officina dell'olio trippa alla fiorentina trattoria Officina dell'olio fagioli all'uccelletta tagliata di chianina trattoria Officina dell'olio dessert

Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio. May, 13, 1993. Fashion, beauty and life lover.

1 commento

  1. Marjorie in 02/10/2018 il 08:09

    All these look so yummy! Delicious!
    xx

    http://www.mybeautrip.com

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.