Dyson AirWrap: recensione e styling col nuovo dispositivo styler per capelli

Dyson AirWrap: recensione e styling col nuovo dispositivo styler per lisciare i capelli e acconciarli in ricci senza indebolirli o rovinarli. C’è chi lo sogna, chi lo guarda con scetticismo e chi lo riceve per Natale, come mia mamma. L’oggetto del desiderio? Il magico Dyson AirWrap che abbiamo visto tante volte in questi mesi sui social. Ma come funziona davvero? Io l’ho provato (rubandolo a mia mamma) e ecco come mi sono trovata.

Dyson AirWrap: recensione e styling col nuovo dispositivo per hairstyle realizzati senza rovinare i capelli

Da quando infatti mia mamma l’ha ricevuto e lodato io non vedevo l’ora di testarlo per realizzare qualche acconciatura particolare.

Premettendo che per me è inconcepibile stare ore coi bigodini e che la piega che mi fa il cuscino durante la notte è la migliore possibile, non dedico tanto tempo allo styling. Anche per questa ragione quindi ero ancor più curiosa di approcciarmi a questo dispositivo che premetteva di realizzare un hairstyle in più o meno una mezzoretta.

La confezione: cosa comprende il Dyson AirWrap?

Ci sono diversi tipi di confezioni in base alla tipologia di capelli che hai e come ti piace acconciarli. Nel pacchetto completo del Dyson AirWrap sono però inclusi:

  • un tappetino color bronzo antiscivolo;
  • il corpo base Dyson;
  • l’asciugacapelli;
  • 2 coppie di coni da 30 e 40 mm;
  • una spazzola lisciante anticrespo;
  • una spazzola lisciante delicata;
  • una spazzola rotonda volumizzante;
  • una spazzola per pulire il dispositivo.

Prima prova con il Dyson AirWrap

La prima volta che ho usato l’AirWrap è stato un po’ complicato.

Per quanto riguarda l’asciugatura non ho avuto tanti problemi, anche perché il funzionamento del phon è semplicissimo. I problemi infatti sono cominciati quando ho voluto provare i coni arriccia capelli.

 

Per capire il funzionamento dei coni e dell’effetto Coanda c’è voluto effettivamente un po’ e alla fine i miei capelli erano più lisci che mossi.

Per ovviare al disastro ho quindi preso la spazzola lisciante delicata e ho realizzato una chioma voluminosa e liscia. Semplice ma di impatto.

Seconda prova col Dyson AirWrap e cos’è l’effetto Coanda

La seconda prova invece è stato un successo e sono riuscita a sfruttare appieno l’effetto Coanda. In breve? Utilizzando i coni da 30 e 40 mm, si vanno a creare dei piccoli “cicloni” che arricciano i capelli. Una volta infatti che si va a avvicinare il dispositivo Dyson sulla punta dei capelli, questi si avvolgono attorno al cono. Qualche secondo di posa e si sfila il cono per scoprire delle onde o dei ricci definitissimi a seconda del cono che si è usato.

A livello di praticità serve un po’ di esperienza, ma una volta presa la mano il Dyson AiWrap diventa un grandissimo amico per pieghe lisce o mosse.

Anche in virtù del fatto che la temperatura del dispositivo viene regolata in continuazione sempre al di sotto dei 150°, avremo sempre dei capelli sani e non stressati dal continuo utilizzo di piastre o dispositivi troppo caldi.

150° è infatti la temperatura limite per far sì che il capello non venga danneggiato durante le acconciature o l’asciugatura.

L’unica cosa che quindi può scoraggiare l’acquisto di un dispositivo del genere è, ahimè, il prezzo. La cifra è infatti importante ma se è per un regalo particolare o un piccolo investimento per il lungo periodo allora ne vale assolutamente la pena.

DYSON AIRWRAP RECENSIONE DYSON AIRWRAP RECENSIONE CONI 30 40 mm DYSON AIRWRAP RECENSIONE spazzola lisciante DYSON AIRWRAP RECENSIONE cofanetto

 

 

Posted in

Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio. May, 13, 1993. Fashion, beauty and life lover.

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.