Ibiza Closing Party 2018: la chiusura delle discoteche in un video

Ibiza Closing Party 2018: la chiusura delle discoteche in un video girato prevalentemente di notte tra il Pacha, l’Ushuaia e l’Amnesia, tra house e techno.

Io non sono un animale da festa, mio cugino al contrario lo è ed è stata proprio sua la colpa di questo viaggio che fare assomigliare molto più a un rave.

La città europea leader nell’intrattenimento, Ibiza, ci stava aspettando per uno dei suoi eventi clou: la chiusura delle discoteche per la stagione estiva 2018.

Ibiza Closing Party 2018: la chiusura delle discoteche in un video

La Spagna che in passato ho conosciuto grazie al Camino de Santiago era una nazione diversa. I suoi profumi erano quelli dell’incenso e i suoi canti quelli che lodavano la grazia di Dio. In 3 giorni quella Spagna che conoscevo ha acquistato una faccia in più, quella di una donna col seno al vento sulla spiaggia, che fuma erba con noncuranza e che balla fino a notte fonda (o fino all’alba) in uno dei tanti locali della città.

La Spagna devota, silenziosa e riflessiva è diventata chiassosa, pazza e certe volte un po’ troppo ingombrante per chi, come me, non è proprio abituato a farsi tocchicciare.

Ma dopotutto chi ogni tanto non ha provato a esagerare un po’?

PACHA IBIZA 🍒una serata al ritmo HOUSE con Robin Schulz e David Guetta

Gabry (mio cugino) ed io siamo arrivati a Ibiza il 4 ottobre: sì, ho passato un bellissimo onomastico.

Scaricate le valigie e fatto un pantagruelico pranzo ci siamo stravaccati in spiaggia per poi prepararci ad una serata. Il Pacha ci aspettava carico di aspettative e di nomi importanti del calibro di Robin Schulz e David Guetta.

Carichi di due mojhito, ci facciamo risucchiare dalle luci e dalla musica di F*** me I’m Famous, il format ideato da Guetta per le notti ibizenche che ormai è diventato un fenomeno globale.

Sono stata letteralmente conquistata da come Schulz ha saputo intrattenerci, senza mai farci abbandonare la pista. Il cuore a mille, le braccia alzate e le gambe che, nonostante il dolore, non si volevano fermare al ritmo dei beat erano come proprietà della console di Schulz che ha saputo difendersi (e secondo me vincere) prima del grandissimo nome che lo avrebbe seguito.

Con Guetta il clima si è riscaldato molto di più, gli spazi si sono fatti più stretti e le mani hanno toccato qualche volta di troppo il mio fondoschiena, motivi per i quali mi sono allontanata per un pochetto.

Nota per il lettore: amo ballare e non ho nessun problema con l’altro sesso, ma un po’ di dignità please.

L’orologio segnava le 5 e Cenerentola se n’era già andata via da un bel pezzo. Al ritmo nostalgico di qualche vecchio pezzo house, lasciamo il Pacha per crollare a letto alle 6.30… c’è chi direbbe “buongiorno”, io dicevo al mio ragazzo “buonanotte”.

Numero di ore in discoteca: 5

Numero di ore di sonno: 3.30

PACHA f*** me i'm famous closing party PACHA f*** me i'm famous PACHA f*** me i'm famous robin schulz PACHA f*** me i'm famous robin schulz PACHA f*** me i'm famous robin schulz PACHA f*** me i'm famous robin schulz

Il giorno seguente, il 5 ottobre, mio cugino ed io abbiamo passato una bellissima giornata a Formentera, di cui però ti parlerò in futuro. La sera da vera vecchia quale sono, alle 21 ero già a letto in coma. In realtà, la giornata successiva sarebbe stata ancora più intensa di quella precedente.

Ushuaia e Amnesia: due closing party a Ibiza in un giorno

Il 6 ottobre infatti ci aspettavano 2 closing party in un giorno.

La prima tappa è stata alle 15.30 all’Ushuaia, dove la musica techno è stata sapientemente gestita da Ants. Sono riuscita a godermi lo spettacolo anche se 3 shots di tequila e un cocktail sono decisamente troppo per il mio fisico (bevi responsabilmente!). L’atmosfera che si respirava nella discoteca a cielo aperto era infatti stupenda: ballare era semplice, così come respirare, muoversi e prendersi poco sul serio.

Non c’era un dress code particolare, solo se eri troppo vestito eri visto di cattivo occhio: là infatti era il regno dei costumi, dei lustrini e… degli accappatoi!

Gabry ed io abbiamo fatto amicizia anche con due ragazzi di Singapore che studiano a Barcellona, con cui abbiamo lasciato il party per poi dirigerci al nostro secondo appuntamento all’Amnesia.

In ostello sono collassata per un’oretta con la preoccupazione di tutti. Tempo però necessario per riprendere fiato, riportare i battiti ai miei standard 80 al minuto e reidratarsi.

Numero di ore in discoteca: 5.30

Numero di ore di sonno: 1

 

ushuaia ants closing party ushuaia ibiza ibiza closing party 2018 ushuaia ants closing party

Elrow, lo spettacolo più bello di sempre all’Amnesia: un closing party a tema invasione aliena 👽

La discoteca Amnesia di Ibiza ci stava aspettando in tutto il suo splendore. Pieno di luci, musica e voci l’ambiente curato da Elrow ci ha accolto festoso e allegro tanto da farci sentire dei bambini in un Luna Park.

Sarà stato per l’oretta di sonno, sarà stato il fatto che era l’ultimo party prima della fine della stagione, questa chiusura è stata senz’altro la mia preferita.

La cura dell’ambiente, la scelta della musica e le modalità di intrattenimento erano ineccepibili. Potevi saltare sui gonfiabili, farti truccare, vincere uno shot di vodka qualora tu facessi canestro in un fondo di bottiglia, il tutto a ritmo di techno.

Le luci stroboscopiche ti accoglievano in un’atmosfera da circo, i cui giocolieri erano travestiti da alieni e i suoi abitanti erano suore discinte, signore prosperose e trampolieri pazzi.

Numero di ore in discoteca: 5

Numero di ore di sonno: 6

amnesia closing party elrow amnesia closing party elrow 2018 ibiza chiusura delle discoteche 2018 amnesia closing party elrow

Pensare che la Spagna che due anni fa ho conosciuto col Cammino e quella che ho visto a Ibiza possano convivere mi fa un effetto strano; così come mi fa un effetto particolare sapere che, chissà come, ho potuto resistere ore e ore in discoteca senza mai fermarmi.

Un po’ come in ogni viaggio, ho avuto modo di scoprire da altro e altri. In questa scoperta ho potuto esplorare di più quello che ho dentro, quello che voglio e i miei limiti.

Sono tornata a casa contenta anche se stanca, grata a Gabry di avermi trascinato in questo vortice di musica e colori.

Per vedere altri video di viaggio, visita il mio canale YouTube a questo link.

Posted in ,

Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio. May, 13, 1993. Fashion, beauty and life lover.

12 commenti

  1. Camilla in 08/10/2018 il 17:37

    Ibiza è un mondo a parte, consiglio a tutti di andarci almeno una volta nella vita!
    Mi sono gustata le tue avventure già tramite le Instagram Stories e ora mi guardo anche il video qui!!

    XOXO

    Cami

    http://www.paillettesandchampagne.com

  2. myHIPsteria in 08/10/2018 il 19:01

    Anche io non sono un animale da festa, ma una serata così una volta nella vita si deve fare! Bellissima Ibiza <3

    myHIPsteria
    http://www.myhipsteria.com/

  3. Silvia in 08/10/2018 il 20:33

    non amo le discoteche ma è giusto anche fare questa esperienza, poi quelle di ibiza sono rinomate!

  4. coolclosets in 08/10/2018 il 20:59

    molto bella e interessante questa idea 🙂

  5. IDA GALATI in 08/10/2018 il 21:08

    sai che non pensavo che ci fosse una stagione di chiusura a ibiza?

  6. Eleonora in 09/10/2018 il 00:26

    Beh, sono quelle esperienze da fare una volta nella vita no? Purtroppo non sono mai stata ad Ibiza per varie ragioni, e col passare del tempo mi viene sempre meno voglia.. 😉

  7. Esmeralda in 09/10/2018 il 09:11

    Sino stata una sola volta a Ibiza ma non sono mai entrata in una discoteca!! Ho preferito mare e spiaggia

  8. Kiki Tales in 09/10/2018 il 11:34

    Io non sono un’amante del genere… ma prima o poi un’esperienza simile la voglio fare. Anche solo per David Guetta ahaah.

  9. ilmondodichri in 09/10/2018 il 14:38

    wooow che serata!!!

  10. Alessandra in 09/10/2018 il 17:02

    non sono mai stata a Ibizia, ma il prossimo anno ci voglio andare. Devono essere state delle belle serate queste di chiusura
    Alessandra

  11. Federica - About Beauty in 10/10/2018 il 01:02

    Un post davvero originale! Sappi che ho invidiato moltissimo questa tua esperienza, avrei voluto esserci 😀 Tra l’altro adoro sia David Guetta che Robin Schulz, quindi invidia doppia!

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.