Luoghi da visitare nel Sud della Sardegna

La Sardegna è la seconda isola più grande d’Italia e si trova nel Mar Mediterraneo, vicino al Sud della Corsica. L’isola è costituita da 1840 km di coste, bagnata da un mare limpido e incontaminato e vanta di numerose spiagge famose in tutto il mondo per la loro bellezza.

Ogni anno, dal mese di aprile/maggio al mese di settembre, le spiagge della Sardegna accolgono migliaia di turisti.

È possibile accedere all’Isola tramite gli aeroporti di Cagliari, Olbia e Alghero o via mare, con i traghetti che arrivano in tutti i porti principali: Porto Torres, Golfo Aranci, Arbatax, Olbia e Cagliari. I traghetti che partono ogni giorno sono numerosi e si trovano in diversi porti d’Italia, online è possibile trovare orari, compagnie e tutte le informazioni sul porto di Piombino, Civitavecchia, Napoli e altri.

Il Sud della Sardegna è famoso per le località incontaminate, che regalano delle viste mozzafiato. Le località situate nel sud della Sardegna permettono di scoprire aeree archeologiche resistente nel tempo, città immerse nella natura e nella tradizione, un popolo tradizionale che accoglie a braccia aperte tutti i tipi di turisti con storie locali, specialità gastronomiche ed eventi del posto.

sud della sardegna le spiagge più belle

Sardegna del Sud: cosa vedere

Cagliari

Capoluogo della Sardegna e famosa per le spiagge urbane più belle del mondo, come il Poetto. A Cagliari è possibile visitare il Bastione di Saint Remy, il quartiere medioevale di Castello, il porto, la Sella del Diavolo che divide la spiaggia del Poetto dalla spiaggia della Calamosca.
Lungo le coste di Cagliari si possono ammirare diversi aeree tradizionali e storiche come il vecchio borgo di pescatori e la chiesa di Sant’Eulalia.

Villasimius

Villasimius è uno dei luoghi più belli, suggestivi e incantevoli della Sardegna. La spiaggia di Simius è famosa in tutto il mondo, insieme alla laguna di Notteri. Presentano pareti rocciose che spuntano da uno sfondo occupato interamente dalla natura selvaggia. La sabbia è bianca e molto fine. Tutte le spiagge sono ben collegate con hotel, residence e agenzie turistiche presenti sul territorio.

Litoranea Chia – Porto Pino

La litoranea che collega Chia a Porto Pino è considerata la strada più bella della Sardegna, offre dei panorami unici e imperdibili. Partendo da Cagliari, si passa per Pula e si arriva alla zona di Chia e Teulada, per arrivare alla destinazione di Porto Pino.

Sant’Antioco

Famosa per le influenze dei Fenici, la città è considerata il borgo dei pescatori e offre un paesaggio suggestivo. Visitando l’intera area è possibile scoprire resti archeologici, visitare le grotte marine, le spiagge come Maladroxia e Cala Lungafino. Impossibile non visitare la Spiaggia delle Saline e Spiaggia Grande, da raggiungere attraverso una stretta che le unisce con la terraferma.

Isola San Pietro e Carloforte

Prendendo il traghetto da Sant’Antioco è possibile arrivare sull’isola di San Pietro e visitare il comune di Carloforte, l’unico in tutta l’isola. Carloforte è considerato uno dei borghi più belli d’Italia e comprende numerose abitazioni ma pochi locali turistici. Alloggiare a Carloforte è sconsigliato a causa della scarsa scelta degli alberghi.
Le spiagge sull’Isola di San Pietro sono prevalentemente rocciose ed è possibile visitare i faraglioni delle spiagge di Girin e della Bobba.

Sardegna-sud

Posted in ,

Francesca Giagnorio

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.