Cos’è il cottagecore, l’estetica, dove acquistare abiti e oggetti per la casa

Cos’è l’estetica cottagecore e perché è così in voga online? Scopriamolo nel post, dove troverai anche i siti dove acquistare abbigliamento a tema cottagecore.

Cos’è il cottagecore, l’estetica, dove acquistare abiti e oggetti per la casa

Se come me sei appassionata di abbigliamento vintage, natura e ricami, probabilmente avrai incontrato sui social network (in particolare Instagram) fotografie stupende nella sezione esplora. Reels di ragazze che facevano un pane fragrante, fotografie di vestiti di lino che svolazzavano ai piedi di un albero, un bellissimo ricamo di un leprotto su un grembiule: questi sono alcuni degli elementi dell’estetica cottagecore.

Un po’ di storia: Cottagecore, il nome degli scenari bucolici su Tumblr

Sembra che sia stato proprio Tumblr a partorire il nome di questa corrente nel lontanissimo 2018 (lontanissimo per i social). Le immagini bucoliche che ritraevano campi di fiori selvatici, piccole casette degli gnomi in mezzo alla natura e panni candidi appesi al sole ad asciugare hanno avuto così una categoria tutta loro, un hashtag: #cottagecore. Da allora questa estetica è cresciuta e l’hashtag si è ingrandito e popolato di tanti contenuti; soprattutto dopo l’inizio dell’epidemia a marzo e aprile 2020, le immagini sono aumentate quasi del 150%.

torta al tè matcha con violette

Che cos’è il cottagecore?

Per dirlo con le parole di Wikipedia, il cottagecore è un’estetica molto nostalgica che celebra il ritorno a una vita semplice, fatta di lavori manuali e giorni spesi per campi e giardini. Una sorta di Animal Crossing nella vita reale, dove l’escapismo ha un vestito tutto suo, fatto di grembiuli ricamati e centrini. Quando si romanticizza la vita agricola, il lavoro nei campi e nella fattoria ecco qui che arriva questa estetica.

Se il nome di questa estetica è arrivato solo nel 2018, l’aspirazione alla vita pastorale e immersa nella natura è vecchia come il cucco. La stessa Maria Antonietta subiva lo stesso fascino che adesso subisco io (parallelismi umili) verso gli ambienti bucolici. Proprio per questo motivo la regina di Francia fece costruire il borgo ideale Hameau de la Reine, con la volontà di allontanarsi dai vincoli di Versailles e abbracciare quella vita rurale (o una pseudo tale) che aveva letto nei libri di Rousseau.

hameau de la reine la dimora cottagecore di Maria Antonietta

Hameau de la Reine

Insomma, per quanto riguarda il desiderio di una vita in campagna con ritmi lenti e gioie pure, non c’è niente di nuovo rispetto a qualche anno fa.

Il cottagecore è conosciuto anche con altri nomi come farmcore, grandmacore, faeriecore e goblincore (tutte chiavi di ricerca che puoi usare per realizzare la tua bacheca di Pinterest a tema).

Entra nella community Facebook Cottagecore Italia 🍄

Cottagecore, estetica o movimento sociale?

Come ogni estetica, anche il cottagecore porta in sè qualche contraddizione. Se da una parte è un movimento estremamente inclusivo, molti appartenenti del movimento LGBTQ+ vi aderiscono; dall’altra parte è stato tacciato di celebrare indirettamente un’estetica eurocentrica e propria del colonialismo soprattutto in terra australiana e Nord americana.

Perciò da una parte abbiamo appartenenti più progressisti, mentre dall’altra un’estrema destra che ribadisce la supremazia dell'”Uomo Bianco”.

Un grande calderone, via. Va detto che l’estetica in sè non è controversa, quanto la sua politicizzazione.

Se indossiamo un abito cottagecore non apparteniamo necessariamente alla destra o alla sinistra, ci può anche solo piacere vestirci così.

ciliegie in una tazza estetica cottagecore

Estetica cottagecore, guida allo stile

Abbiamo individuato alcuni elementi propri di questa estetica, ma vediamo più nel dettaglio come abbracciare il cottagecore attraverso l’abbigliamento, l’arredamento e qualche accorgimento ecosostenibile nella vita di tutti i giorni.

Ci sono moltissimi brand fast fashion e non etici che realizzano abiti in stile farmcore. Tuttavia, come estetica vuole, chi abbraccia il cottagecore vuole in un certo senso stare attento all’impatto ambientale che le sue scelte hanno.

Se quindi i membri di questa community si impegnano a rispettare l’ambiente anche i brand di riferimento devono fare lo stesso.

Molto spesso gli abiti cottagecore sono auto prodotti (è anche per questo che sto imparando a cucire!), acquistati nei mercatini dell’usato o su ETSY dove puoi trovare veramente un sacco di vestiti e accessori.

I brand cottagecore

Sondeflor: è diventato il mio marchio di riferimento. Fondato da due sorelle e con un team tutto al femminile, Sondeflor non ha una collezione di abiti bellissimi con il colletto da Peter Pan e di gonne a ruota che ti assicurano foto Instagram da paura, ma i tessuti provengono da artigiani locali che lavorano in maniera sostenibile ed etica. Una chicca: se frughi bene nelle tasche di un vestito o di una gonna Sondeflor è probabile che troverai una poesia.

Linennaive: sì, ho acquistato anche qui perché prima di consigliare qualcosa ho bisogno di provarlo. Lo shop è ricco di capi di abbigliamento in lino e lana, materiali reperiti da produttori locali, da linee semplici che valorizzano qualsiasi tipo di fisicità.

Littlewomenatelier: il negozio su ETSY ha una referenza piuttosto chiara. Tutti gli articoli che puoi trovare nello shop sono realizzati e cuciti a mano dal team dell’atelier. Gli abiti sono disponibili su ordinazione (quindi spreco zero) e fatti su misura (io sto aspettando che arrivi il mio abito verde bosco ordinato a fine settembre).

Allthebeautifullinen: famosissimo per i grembiuli con le ruches o senza, questo negozio ETSY è pieno anche di abiti e accessori per i più piccoli.

Nour and the merchant: finalmente un brand del nostro paese! Nour and the merchant è lo shop perfetto per chi è appassionato di abiti ricamati e atmosfere magiche.

Per quanto riguarda altri brand cottagecore ce ne sono veramente tanti, questi 5 sono quelli che voglio consigliarti perché non solo sono ecosostenibili e etici, ma anche per il design e la fattura delle loro creazioni.

Case, serie televisive e passatempi cottagecore

Per quanto riguarda le abitazioni e gli spazi farmcore, basti pensare ai cottage col tetto di legno o di paglia che capita spesso di vedere nelle campagne inglesi. Gli interni? Il mobilio è antico o di recupero, meglio se in legno e la biancheria è di lino o cotone 100% organico. La plastica non è ammessa, neanche per i contenitori che molto spesso sono di vetro chiaro o ambrato. Le case sembrano uscite da un racconto di Peter Rabbit? Precisamente!

Se infatti vuoi qualche ispirazione per arredamento e stile cottagecore ti basterà guardare qualche serie televisiva per avere un panorama più ampio. Le serie, le letture e i giochi must? Tutte elencate qua sotto:

  • Winnie the Pooh
  • Anne with an E (Netflix)
  • Racconti e illustrazioni di Peter Rabbit
  • Animal Crossing (che è un gioco per la Switch di cui ti ho parlato)
  • Lo Hobbit
  • Piccole donne
  • Orgoglio e Pregiudizio
  • Emma
  • Il castello errante di Howl
  • Kiki servizi a domicilio
  • Il mio vicino Totoro
  • Il Giardino Segreto
  • Over the Garden Wall
  • e tanti altri (se hai qualche suggerimento scrivimelo)

Anna dai capelli rossi netflix

Per quanto riguarda i passatempi, fanno tutti riferimento a un utilizzo molto rilassato del tempo (che oggigiorno è abbastanza utopistico). Cucire, ricamare, leggere un buon libro e sfornare dolci sono solo alcuni di questi passatempi.

Il giardinaggio, la pittura o la realizzazione di accessori artigianali ci fanno inoltre capire che gli hobby cottagecore sono praticamente tutti manuali.

Spero davvero che questo post ti sia piaciuto e ti sia di ispirazione. Se ti va ti puoi unire alla community italiana cottagecore su Facebook!

 

 

Francesca Giagnorio

Chiacchierona di moda, bellezza e viaggi.

Scrivimi una mail cliccando qui o inviandola a info@everydaycoffee.it

Seguimi

Nel gruppo Autoscatto da Influencer imparerai a realizzare scatti da sola, riceverai consigli fotografici e tips per rendere le tue foto ancora più strepitose. Se sei un'appassionata di fotografia o vuoi rendere l'estetica del tuo profilo Instagram ancora più accattivante, è il gruppo che fa per te.

Il mio podcast

Posted in ,

Francesca Giagnorio

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.