Come sorridere in foto: 10 segreti per essere perfette

Come sorridere in foto? Ecco 10 consigli per padroneggiare al meglio l’arte del sorriso al tempo dei selfie. Chi si ricorda il momento di massimo imbarazzo durante le foto di classe o di gruppo, quando se sorridevi, sembravi indemoniata (io ho foto del genere… tranquilla!). Da qui l’annosa domanda: sorrido o non sorrido? come sorrido?

Oggi parliamo proprio di questo!

Prima di entrare nel vivo dell’argomento, sappi che nel gruppo Autoscatto da Influencer condivido ogni settimana consigli fotografici gratuitamente per rendere i tuoi scatti ancora più strepitosi, insieme a trucchi per venire bene in foto. Se sei un’appassionata di fotografia o vuoi rendere l’estetica del tuo profilo Instagram ancora più accattivante, è il gruppo che fa per te: ti aspetto lì!

Se non hai tempo di leggere o sei in viaggio e preferisci ascoltare, clicca play qua sotto e ascolterai l’articolo sul mio podcast Fotografia per content creator.

Come sorridere in foto: 10 segreti per essere perfette

Pronta a imparare a sorridere nelle foto come una vera super mega modella professionista? Tre, due, uno, partiamo!

1. Mai più “formaggio”, pensa alle “money” piuttosto… o alle banane 🍌

No, nessun doppio senso voluto! Scherzi a parte, dovremmo abolire la parola “cheese” poco prima di fare una foto. PERCHÉ? Perché le parole con la “i” fanno, sì, aprire la bocca e mostrare i denti, ma anche tirare le labbra per un risultato di un sorriso un po’ ingessato.

Quando invece articoliamo parole con la lettera “a” la situazione cambia: la bocca si apre comunque, ma le labbra non si tirano, rimangono invece morbide e il sorriso che risulta è più dolce e armonioso. Capirai ancora meglio cosa intendo quando arriveremo al punto 5!

Insomma, più “money” durante gli shooting.

2. L’esercizio non è mai troppo, no neanche per sapere come sorridere nelle foto

Ti ho già parlato dell’importanza di osservare il nostro volto allo specchio nel post dedicato a come essere fotogenica. Se guardare il nostro volto evolversi con le espressioni è importante, lo stesso vale anche per il sorriso. Il sorriso di quando siamo stupiti è diverso rispetto a quello che usiamo per flirtare con qualcuno. Divertiti perciò a provare e provare mille sorrisi per occasioni diverse. Qui un piccolo elenco delle varie espressioni sorridenti che puoi provare a replicare e ad adattare al tuo storytelling online:

  • Sorriso sorpreso
  • Sorriso gentile (è il mio preferito! si gioca molto sugli occhi)
  • Sorriso sornione (è un sorriso ruffiano e civettuolo)
  • Sorriso da flirt (devi pensare di voler pomiciare con la macchina fotografica)
  • Sorriso sereno (qui c’è da rilassarsi 😉 )

Smiles come naturally to me, but I started thinking of them as an art form at my command. I studied all the time. I looked at magazines, I’d practice in front of the mirror and I’d ask photographers about the best angles. I can now pull out a smile at will.

Tyra Banks

3. La Regina Tyra Banks ci insegna come sorridere in foto: il sorriso parte dagli occhi, ma anche dagli zigomi

Forse ti ho già raccontato che da ragazzina amavo guardare America’s Next Top Model, un talent con la supermodella Tyra Banks in cui concorrevano aspiranti modelle. É uno dei programmi che mi hanno segnato di più dal punto di vista fotografico. Infatti è proprio da questo programma che ho cominciato a osservare il mio viso in maniera più “critica” (o forse erano anche i 15 anni… boh, ci sta). Mi ricordo che una cosa che Tyra, la conduttrice, diceva sempre alle aspiranti modelle era quella di “sorridere con gli occhi”. All’inizio non capivo bene come sorridere con gli occhi, ma con un po’ di pratica (vedi il punto precedente) ho capito come avere più controllo del viso.

Non ti spaventare, è più facile a farsi che a dirsi. Per sorridere con gli occhi ti basterà strizzare leggermente gli occhi, ma non come se ti fosse caduto un bicchiere di limonata sopra, ma come se tu fossi sinceramente contenta di aver rivisto qualcuno. Lo stesso vale per il controllo degli zigomi. Se infatti gli occhi si strizzano quasi impercettibilmente, gli zigomi si alzano: questo piccolo accorgimento scolpisce e definisce maggiormente il viso, senza bisogno di contouring!

4. Denti sì… ma non troppi

Il mio sorriso spontaneo è quello un po’ alla Joker, 18mila denti in fila e un dito di gengive. Al naturale sono così e con un po’ più di fiducia in me stessa, mi piaccio dopotutto.

Se però cerco di avere un risultato un po’ più “patinato” nelle fotografie, non mi posso permettere di essere “troppo zuzzerellona”. Insomma realizzo scatti per clienti che molto spesso desiderano un risultato più elegante, rispetto a uno un po’ più giocoso.

Quindi rilassa il viso e schiudi leggermente la bocca in un sorriso. Il risultato sarà senz’altro più lusinghiero della mia foto a Venezia che vedi qua sotto.

come sorridere in una foto
Inutile dirti che le foto “private” sono molto diverse rispetto a quelle sui social. I social sono per me una specie di portfolio ed è per questo che cerco sempre di presentare fotografie in linea con la mia estetica. La vera Francesca però è anche questa!
come sorridere in foto

5. Schiudi le labbra e i denti per un sorriso al top

Riprendendo un po’ dal punto di prima, per rendere il proprio sorriso quanto più spontaneo possibile e piacevole in fotografia, dobbiamo schiudere sì leggermente le labbra ma anche la bocca, in maniera tale che si veda parte dell’arcata dentale superiore. Quella inferiore invece dovrebbe stare nascosta dalle labbra, in maniera tale che il risultato sia più vero e meno come “una visita dal dentista”: di’ AAAAAAAAAAAAH.

Il sorriso che apparirà in fotografia sarà come quello che fai quando stai ridendo con le tue amiche o sei davvero felice per qualcosa. Quest’ultima affermazione ci porta però al punto successivo…

6. Non ti limitare a sorridere, pensa piuttosto a qualcosa che ti rende felice o ti diverte

Se i sorrisi in foto sono comunque studiati, i sentimenti che li animano possono essere davvero genuini. Pensa alla recitazione: per impersonare al meglio un personaggio dobbiamo non solo vestire i suoi panni ma immaginare il suo stato d’animo. Così i sorrisi! Pensa a qualcosa che ti rende felice o ti diverte. È successo un episodio buffo proprio la mattina dello shooting, pensaci e rivivilo. Hai avuto finalmente il posto che hai sempre desiderato? Gioisci e sorridi.

I sentimenti di felicità, gioia, allegria e serenità sono di grande aiuto durante uno shooting: ripesca nella tua memoria e usa queste sensazioni benefiche.

7. Quando sorridi si vedono le gengive? No, non serve un chirurgo plastico

Mi si accappona ancora la pelle quando ripenso alle persone che si fanno letteralmente tagliare le gengive per far vedere maggiormente gli incisivi.

Io ho il problema di un sorriso “gengivoso” ma l’ho risolto senza chirurgo plastico. Per rendere il proprio sorriso più armonico dobbiamo ricordarci di distendere le labbra senza farle “salire troppo” verso il naso. Facendo così, scoprirai solo i denti dell’arcata superiore, senza che si veda il rosa delle gengive!

8. Umetta labbra e denti prima di sfoggiare il tuo sorriso

A proposito di labbra e denti! Un piccolo escamotage molto furbo da adottare poco prima di scattare una fotografia è quello di umettare leggermente i denti e le labbra per un risultato più luminoso in foto. Se sulle labbra hai già un gloss o un bel rossetto dal colore pieno e luminoso, passa con la lingua sui denti e sfoggia il tuo sorriso migliore.

Attenzione coi rossetti colorati! Per evitare le macchie sullo smalto dei denti, prima di procedere alla foto, mettiti un dito in bocca, strizza le labbra e fai scorrere il dito. Leverai così il rossetto in eccesso che non finirà sui denti.

9. Bocca chiusa? Il segreto per un bel sorriso in foto sta nella lingua

Per molto tempo ho avuto un complesso sul mio sorriso: i denti non erano troppo bianchi (sì, amo il caffè e ha delle controindicazioni) e non ho gli incisivi regolari (uno si è leggermente scheggiato e in foto ci faccio particolarmente caso). È proprio per questi motivi che per molto tempo ho sorriso a bocca chiusa. I miei errori? La bocca risultava una piccola linea sul volto tirata all’insù.

Non ho la fortuna di avere labbra particolarmente carnose, anzi sono piuttosto sottili per gli standard di oggi, ma questo non mi deve certo impedire di sorridere bene in foto!

Quando sorridi a bocca chiusa, non concentrarti tanto sulla bocca, quanto sugli zigomi, tirandoli su. Inoltre ricordati di portare la lingua al palato, in maniera tale da definire maggiormente collo e mascella. Guarda l’effetto allo specchio: vedrai che figata!

come sorridere in foto

10. Come sorridere in foto: il falso mito del sorriso perfetto

Prima ti dicevo quanto mi sentissi insicura col mio sorriso, ebbene l’industria del fashion mi ha fatto stranamente apprezzare e “normalizzare” quelli che vedevo in me come difetti. Moltissimi di noi non riescono ad accettare un diastema o l’agenesia dentale, quando case di moda e star ne hanno fatto un vero e proprio “marchio distintivo”. Pensiamo a star del calibro di Madonna o Georgia May Jagger: loro sono divine, perché noi no?

Il sorriso perfetto non esiste se continuiamo a focalizzarci solo sui nostri difetti, sì, vale anche per i denti!

il sorriso perfetto non esiste
Foto di una campagna pubblicitaria di Gucci di qualche anno fat. La modella con agenesia dentale ha fatto molto scalpore soprattutto sui social perché non incarna il classico ideale di bellezza della dentatura perfetta e “bella”. La foto fa senza di dubbio parlare di sé, Gucci è ormai da tempo che abbraccia e mostra queste caratteristiche umane uniche nel loro genere. Ed era anche l’ora che qualcuno lo facesse!

Qualche consiglio di igiene orale per un sorriso splendente in foto

Tante menate per denti che risplendono? Se vuoi che il tuo sorriso sia bianco come il latte devi partire prima di tutto dall’igiene orale e dovresti bandire alcune bevande che piacciono tanto. Sì, sto parlando proprio del tè, del caffè e delle bevande ricche di zuccheri e acidi (che sono ottime invece come anticalcare… lo so, ho provato). Pure il fumo è deleterio non solo per la nostre salute, ma anche per lo smalto dei denti. Insomma, spazzolare i denti dopo i pasti non sempre basta a mantenerli bianchi. È per questo motivo che ci possiamo aiutare 😉

I denti bianchi un’utopia? Photoshop ci aiuta

Le applicazioni di ritocco possono essere usate in maniera furba e non troppo invasiva, possono essere inoltre molto utili per donare un qualcosa in più alla nostra foto finale. Ma vediamo come aiutare i nostri denti a tornare bianchi come un tempo su Lightroom e Photoshop.

Se il tuo software di riferimento è Lightroom basterà realizzare una modifica selettiva col pennello e selezionare nella voce del menù a tendina “Sbiancamento denti”. Se invece usi Photoshop devi agire sempre con una modifica selettiva, giocando con luminosità e saturazione (il tuo obiettivo è quello di eliminare l’alone giallo, quindi un colore sui denti).

Piccolo consiglio: non insistere troppo con la luminosità o il risultato sarà completamente artefatto!

come rendere i denti bianchi con lightroom

Spero davvero che tutti questi consigli su come sorridere in foto ti possano essere d’aiuto. Non dimenticarti di accedere al gruppo Autoscatto per Influencer, dove riceverai ogni settimana consigli gratuiti per le tue fotografie.

Puoi inoltre seguirmi su Instagram dove ogni giorno puoi trovare consigli fotografici e tips utili per i tuoi canali social.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo dove (e con chi) preferisci

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio

Content creator appassionata di fotografia! Vivo in mezzo alla natura e ho trovato la mia anima nel cottagecore.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.