Sono timida. Consigli fotografici per sconfiggere la timidezza e l’imbarazzo

Oddio, sono timida! Come posso stare davanti a una macchina fotografica? Ecco 7 passi per sconfiggere la timidezza e l’imbarazzo.

Prima di entrare nel vivo dell’argomento, sappi che nel gruppo Autoscatto da Influencer condivido ogni settimana consigli fotografici gratuitamente per rendere i tuoi scatti ancora più strepitosi, insieme a trucchi per venire bene in foto. Se sei un’appassionata di fotografia o vuoi rendere l’estetica del tuo profilo Instagram ancora più accattivante, è il gruppo che fa per te: ti aspetto lì!

Se non hai tempo di leggere o sei in viaggio e preferisci ascoltare, clicca play qua sotto e ascolterai l’articolo sul mio podcast Fotografia per content creator.

Sono timida. Consigli fotografici per sconfiggere la timidezza e l’imbarazzo

come sconfiggere la timidezza

Prima di mettermi pubblicamente in imbarazzo e fregarmene di chi mi sta intorno mentre mi scatto le foto da sola, anch’io avevo una dignità (come puoi benissimo vedere sul mio account Instagram)… scherzi a parte, per acquisire la sicurezza necessaria per dire “bene, fuori c’è il mondo, esco a farmi qualche foto da sola” ce ne vuole. Oggi però siamo qui per questo, per superare la timidezza e l’imbarazzo e farci delle foto wow tutte da sole.

Pronta?

#1 Stai davanti allo specchio e fai le boccacce per sconfiggere la timidezza

Quello di stare davanti allo specchio e fare versacci è un consiglio che già conosci grazie all’articolo dedicato a come sorridere in foto.

Fare le boccacce innanzitutto ti aiuterà a scioglierti, in più ti farà ridere. Niente di meglio per acquistare sicurezza e sconfiggere pian piano la timidezza.

come sconfiggere l'imbarazzo
In questa foto ero a Buggiano Castello all’interno di un giardino privato che dei signori avevano aperto apposta per me… sì, la situazione era piuttosto imbarazzante ma era così tutto talmente bello che la voglia di fare uno scatto ha superato la timidezza

#2 Scatta le tue foto a casa

Non è necessario andare troppo lontani per cominciare a scattarsi foto da soli. Se sei particolarmente timida, per i primi tempi ti consiglio di crearti un piccolo angolo tutto tuo dove cominciare a scattarti le foto e a “conoscerti” davanti alla macchina fotografica.

È come imparare a far amicizia con un’altra persona, a conoscere i tuoi tempi e le tue sensazioni. Soprattuto però è fondamentale che sia tu con solo e soltanto te stessa, nessuno da cui tu ti senta giudicata o che ti metta in imbarazzo.

Per cominciare a scattare foto da sola a casa e impostare il tuo set fotografico ti consiglio la lettura dell’articolo dedicato che con tre semplici consigli ti aiuterà a ottimizzare il tuo spazio al meglio.

#3 Trova luoghi e orari con poche persone (o nessuna)

Quando sarai abbastanza pronta per uscire all’esterno, ti consiglio i primi tempi di scegliere location poco frequentate o orari tattici dove fuori non c’è tanta gente.

Prima di arrivare al settimo e ultimo punto, spoiler: il più stressante, ci sono step necessari da fare. Altrimenti, bruciando le tappe, rischi di sovraccaricarti a livello emotivo, cosa che non va affatto bene.

Le mie location preferite per gli scatti all’aperto sono i boschi e i giardini pubblici.

Nel tuo caso possono anche vie poco frequentate o angoli nascosti della città (massimo discernimento però, non ti devi mettere in situazioni rischiose… ci siamo capite?)

Per quanto riguarda gli orari migliori per non trovare gente sono senz’altro la mattina presto, soprattutto dei giorni festivi, e all’orario dei pasti (soprattutto giorni feriali). Se ti svegli la mattina presto inoltre avrai anche la possibilità di beccare la meravigliosa golden hour e avere una luce assolutamente perfetta per le tue foto.

come sconfiggere la timidezza davanti all'obiettivo
Abito Little Women Atelier

#4 I primi tempi fatti accompagnare da qualcuno di fidato

Come ti dicevo nel punto precedente, quando ti stavo parlando del non mettersi in situazioni pericolose o rischiose, la presenza di qualcuno di fidato come un amico o il proprio partner ci possono infondere una grande sicurezza.

Per superare al meglio la timidezza e l’imbarazzo i primi tempi in cui scatti foto all’aperto, fatti accompagnare da qualcuno che sai che accetterà la cosa con entusiasmo e ti regalerà un bel boost di autostima.

#5 Non c’è buono o cattivo tempo, ma c’è buono o cattivo equipaggiamento

Te lo anticipo, questo è un consiglio strano, ma per sconfiggere al meglio la timidezza io ho avuto bisogno di darmi un tono, anche nell’attrezzatura.

Quando esco fuori a scattarmi qualche foto da sola sembro un caravanserraglio.

Ho il mio zaino fotografico bello capiente con tutto quello che mi occorre: obiettivo, macchina fotografica, cavalletto e gorillapod per il telefono. La mia shopper di tela per i props… a volte anche più di uno, e diciamo che quando passo mi si nota. Magari sembro strana, ma ho la mia attrezzatura che mi dona sicurezza.

So che con me ho le batterie di ricambio per ogni evenienza, lo stesso per una nuova SD card se si inceppa quella che ho di solito nella macchina. Gli oggetti che mi permettono di fare un buon lavoro in maniera veloce e soddisfacente sono sempre con me. E questo ci porta al punto successivo.

#6 Stai lavorando, non c’è miglior modo per sconfiggere la timidezza

Qualcuno ti rompe le scatole o ti fissa mentre ti stai facendo degli autoritratti? Non ti preoccupare, è del tutto normale e il miglior modo per allontanare o far distogliere lo sguardo da persone del genere è salutare e sorridere. Il più delle volte si sentiranno colti in flagrante, mentre altre qualcuno ti si avvicinerà e, curioso, ti chiederà cosa stai facendo.

Stai lavorando. Devi essere convinta di questo.

Il tempo che investi nella creazione della tua immagine online e del tuo personal brand è tempo lavorativo (come ti ho detto anche nel post dedicato alla mancanza di ispirazione fotografica). Con questa convinzione sarà molto più semplice fregarsene della gente che ti sta intorno e sarai sempre più libera.

come superare l'imbarazzo
Questo autunno sono andata una mattina in un parco della mia città e c’erano un sacco di signori anziani che passeggiavano… ecco cosa intendo per “situazione complessa”

#7 Mettiti in situazioni complesse (ma non troppo!)

Come ti accennavo prima, è fondamentale andare per gradi, altrimenti si rimane “scottati”. Quando sarai sufficientemente pronta per provare a scattare fotografie da sola con un pubblico un po’ più numeroso rispetto ai podisti che corrono con qualsiasi meteo e agli anziani sulle panchine, allora avrai superato abbondantemente la tua timidezza.

Ma non tirare troppo la corda.

Quando so di dover andare in un luogo molto affollato per realizzare degli scatti, spesso chiedo a mia mamma o al mio ragazzo di accompagnarmi perché mi infondono tanta sicurezza e perché so che da sola non riuscirei a gestire la situazione al meglio… perché talvolta le altre persone possono essere un po’ invadenti.

Concludiamo?

Ti anticipo già, le persone continueranno a guardarti e a fare le curiose, ma tu avrai sicuramente cambiato, col tempo, il modo di vedere e rielaborare questo comportamento. Arriverai addirittura a un punto in cui non ti infastidirà (se non per rari casi), ma anzi, ci prenderai quasi gusto e troverai la cosa molto divertente… a me è successo proprio così e rido tantissimo quando vedo le espressioni delle altre persone.

Non temere il giudizio altrui, perché molto spesso gli altri non pensano proprio nulla e se tu sentissi qualcuno borbottare “ma guarda questa“, tu puoi sempre rispondere:

  • che stai lavorando (vedi punto 6)
  • che almeno tu sei felice di quello che stai facendo
  • se vuole una foto anche quella persona (potrebbe essere pur sempre pubblicità!)
  • oppure fare finta di nulla e andare avanti
come superare l'imbarazzo
Foto fatta di pomeriggio nel parco della mia città. C’erano un sacco di ragazzi giovani che fissavano ma per assurdo mi sembrava che sapessero cosa stavo facendo, quasi come se comprendessero il valore di quelle foto che mi stavo scattando… ogni tanto è bello lasciarsi stupire!

Spero davvero che tutti questi consigli su come superare la timidezza e l’imbarazzo davanti all’obiettivo ti possano essere d’aiuto. Non dimenticarti di accedere al gruppo Autoscatto per Influencer, dove riceverai ogni settimana consigli gratuiti per le tue fotografie.

Puoi inoltre seguirmi su Instagram dove ogni giorno puoi trovare consigli fotografici e tips utili per i tuoi canali social.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo dove (e con chi) preferisci

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio

Content creator appassionata di fotografia! Vivo in mezzo alla natura e ho trovato la mia anima nel cottagecore.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.