Come fare foto a mezzogiorno con il sole a picco, consigli per gli autoscatti

Come fare foto a mezzogiorno con il sole a picco e evitare le ombre dure sul viso? Ecco qualche consiglio per i tuoi autoscatti.

Non hai tempo per leggere l’articolo? Ascoltalo col mio podcast! Clicca play qua sotto.

Ma prima sappi che nel gruppo Autoscatto da Influencer condivido ogni settimana consigli fotografici gratuitamente per rendere i tuoi scatti ancora più strepitosi. Se sei un’appassionata di fotografia o vuoi rendere l’estetica del tuo profilo Instagram ancora più accattivante, è il gruppo che fa per te: ti aspetto dentro!

foto a mezzogiorno

Come fare foto a mezzogiorno con il sole a picco, consigli per gli autoscatti

Trafficando in vari articoli di fotografia incontrerai consigli come “usa il pannello riflettente”, “prendi dei riflettori e delle luci secondarie”, “attiva il flash dal basso”. Premettendo che sono dei validissimi consigli, se ti scatti delle foto da sola già è difficile portarsi dietro treppiede e macchina fotografica, immaginiamoci il carico con: pannelli riflettenti, flash, luci secondarie, eccetera.

No, non è assolutamente fattibile.

È per questo motivo che ti voglio svelate alcuni dei miei trucchi per scattarti le foto da sola anche col sole a picco.

Consiglio 0: come fare foto a mezzogiorno… non scattarle MAI a mezzogiorno

Tu dirai “eh grazie al cavolo“, io ti risponderò “hai perfettamente ragione!“.

Tuttavia, senza dover aspettare la famosa e amatissima golden hour (se non sai che cos’è la golden hour devi assolutamente leggere questo articolo perché ti svolterà), basta aspettare che il sole cali leggermente oltre il suo zenit.

Che è ‘sta roba di astronomia? È semplicissimo! Il Sole è al suo zenit quando è esattamente perpendicolare alle nostre teste. Insomma, se guardi per terra la tua ombra è minima rispetto alle altre ore del giorno.

Col sole perpendicolare sopra di noi avremo ombre dure sul viso e delle fastidiosissime occhiaie stile panda, anche se abbiamo usato litri di correttore.

Cosa fare? Aspettare un po’ dopo lo zenit del sole e cominciare a scattare con una condizione di luce migliore. Applica il consiglio 0, ti servirà tantissimo quando arriverai al consiglio 2.

autoscatto col sole a picco

Consiglio 1: per scattare foto a mezzogiorno trova un’area all’ombra

Sembrerà una cosa scontata, ma trovare un posto dove l’esposizione è decente è una manna dal cielo.

Tieni d’occhio perciò alberi dalle fronde fitte o zone con una bella ombra regolare.

Molto spesso capita che, quando ti trovi soprattutto sotto degli alberi dalla chioma un po’ rada, ti trovi di fronte all’effetto delle macchie di luce.

Non è un effetto che amo particolarmente perché penso che renda confuso lo scatto, ma capisco che possa essere interessante per sperimentare, soprattutto coi close up.

Dubbio amletico sul perché sembra che abbia i baffi a parte, guarda la gonna dell’abito: ecco l’effetto delle macchie di luce

Consiglio 2: se hai seguito il consiglio 0, lascia il sole dietro di te

Quando avrai il sole alle tue spalle, sarà sicuramente più facile realizzare degli scatti anche se la luce risulta molto forte.

La tua principale fonte di luce non cadrà direttamente sul tuo viso o addosso, ma formerà una specie di “aureola” molto gradevole sulle tue spalle, capelli e contorni del tuo outfit.

come fare foto a mezzogiorno

Piccolo trucco per far risultare l’immagine esposta correttamente anche se scatti sotto il sole

Sottoesponi leggermente.

Non ho fatto la mia solita premessa, ma tanto sai che sono noiosa, quindi… SCATTA IN RAW SEMPRE.

Fatto questo passaggio OBBLIGATORIO, se il tuo soggetto principale è leggermente sottoesposto e la scena dietro (in questo caso in piena luce) è esposta correttamente, non dovrai penare in fase di post produzione.

Ti basterà infatti alzare leggermente le ombre e i neri per avere un effetto simile alla foto di mia mamma che vedi qua sotto.

ritratto a mezzogiorno
In questo caso la foto è esposta correttamente, nonostante il raw fosse molto chiaro sullo sfondo e molto scuro in primo piano. Le ombre in realtà contengono sempre molte più informazioni di aree totalmente bianche… ma qui rischiamo di essere troppo tecnici. Passiamo perciò al terzo consiglio.

Consiglio 3: prova diverse pose

Ogni volta che esco fuori e realizzo i miei autoritratti provo sempre un sacco di pose. Un po’ per variare, un po’ perché, a seconda di come mi muovo, la luce mi illumina diversamente… eh, ho scoperto l’acqua calda!

In realtà non è tanto scontato come possiamo pensare. Prova a guardare la foto a sinistra e poi sposta il cursore su quella di destra. Cosa noti? Nella prima foto il mio viso è rivolto verso il basso, il naso ha un’ombra strana che lo fa quasi perdere e il viso risulta disarmonico. Nella seconda foto invece ho il viso rivolto verso l’alto. Ho una piccola ombra sotto gli occhi che non inficia comunque l’espressione del volto e risulta il tutto più armonioso.

Il mio consiglio è perciò questo, fai delle prove, delle mini sessioni di 5-10 foto di prova, controlla come sono venute e man mano correggiti.

Chiudi gli occhi

Se soprattutto sei molto timida o alle prime armi, prima di passare al prossimo consiglio che sono sicura piacerà a tantissime, quando realizzi i tuoi autoscatti sotto il sole, chiudi gli occhi.

C’è modo e modo di chiudere gli occhi. Vietato quindi strizzarli o serrarli: ti darà un’espressione tesa e un po’ strana. Abbassa invece leggermente lo sguardo come se tu stessi guardando qualcosa per terra. Il tuo viso risulterà rilassato e pensieroso.

Le ombre che si formeranno a questo punto, se hai adottato gli accorgimenti precedenti (scattare in raw, sottoesporre leggermente, eccetera), non saranno sgradevoli, anzi conferiranno alla fotografia maggior spontaneità.

per le foto a sole pieno chiudi gli occhi
Ho fatto questo tentativo con la mia sorellina che non sa mai come posare. Aveva due ciocche di capelli davanti che venivano spostate dal vento in continuazione. Le ho detto di guardare in basso, sorridere leggermente e far finta di scostare i capelli dal viso et voilà, ecco lo scatto.

Consiglio 4: foto di spalle e le ombre dure sul viso non ci sono più

Spesso ci facciamo problemi che non esistono o che possiamo tranquillamente evitare. Ci sono troppe ombre dure sul viso? Sei molto timida e ti vergogni di far vedere il viso? Ti senti fortemente a disagio e le foto che hai fatto non ti soddisfano come risulta il tuo viso? Gira il culetto e da’ le spalle all’obiettivo.

Non avrai più il problema delle ombre dure (se non sul panneggio del vestito).

Questo è il tipico scatto a prova di persona timida.

Ricordati però le braccia. Per non sembrare un palo fermo in mezzo al nulla (come me nella foto qua sotto), giocaci. Sposta la mano su un fianco, con una gioca coi capelli o portala sul cappello (che ci servirà per il prossimo consiglio). Insomma non stare ferma.

come fare foto a mezzogiorno
La foto che vedi non è stata scattata a mezzogiorno, ma avevo bisogno di un esempio esplicativo 😉 Questa foto però risulta un po’ statica, ricordati di usare le braccia per rendere lo scatto finale più dinamico e meno “immobile” come questo qui

Consiglio 7: i props da avere per le foto sotto il sole

Come ben sai, io amo arricchire le mie fotografie di oggetti di scena, lo puoi vedere bene sul mio account Instagram (a proposito, seguimi anche lì).

Ma quali sono i props che fanno comodo per scattare le foto a mezzogiorno?

  • Cappello con tesa: cappelli e cappellini sono i tuoi migliori amici in queste condizioni. Arricchiscono una foto di spalle e fanno in modo che il tuo viso e talvolta anche parte del busto abbia tutto una stessa esposizione. Che vuol dire? Meno sbattimento in post produzione
  • Occhiali da sole: non sono una grande fan (anche perché non mi permettono di vedere bene quando scatto…) ma per evitare l’occhiaia panda possiamo sempre indossare il nostro modello preferito di occhiali da sole!
  • Ombrellino: se soprattutto stai facendo uno shooting in costume… insomma, non sono io l’unica pazza che fa queste cose! Prendi un ombrellino scenografico stile Emma Woodhouse nelle sue passeggiate e sfruttalo per creare un’ombra diffusa.

via GIPHY

Consiglio 6, tecnico ma non troppo: il filtro per scattare foto a mezzogiorno

Promesso, non sarò troppo tecnica, ma devi sapere una cosa. Ogni obiettivo può essere implementato con un determinato filtro. Esistono filtri antiriflesso per le foto al mare (il riflesso delle onde non si vede, ma spesso si riesce a vedere anche il fondale), dei filtri protettivi per non far rompere la lente del tuo obiettivo preferito, eccetera.

Esistono però dei filtri molto utili per le fotografie in condizione di luce problematica, come nel nostro caso, e sono i filtri Black Mist.

Dona alla foto un effetto pastello, vintage molto bello e rende la luce meno sparata.

Ricordati sempre di controllare il diametro del tuo obiettivo prima di procedere all’acquisto!

Spero davvero che questo post tutto dedicato a come fare foto a mezzogiorno ti sia piaciuto e ti sia stato utile. Non dimenticarti di accedere al gruppo Autoscatto per Influencer dove riceverai ogni settimana consigli gratuiti per le tue fotografie.

Puoi inoltre seguirmi su Instagram dove ogni giorno puoi trovare consigli fotografici e tips utili per i tuoi canali social.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo dove (e con chi) preferisci

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Francesca Giagnorio

Francesca Giagnorio

Content creator appassionata di fotografia! Vivo in mezzo alla natura e ho trovato la mia anima nel cottagecore.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.