Foto Vogue: come ricreo un ritratto editoriale in casa per Instagram

In tanti sanno che spesso scatto le foto da sola per Instagram. Oggi ti voglio svelare il backstage di queste foto in cui ricreo un ritratto editoriale stile Vogue.

Foto Vogue: come ricreo un ritratto editoriale in casa per Instagram

Ho fatto di questo momento storico, in cui tutti noi dobbiamo rimare rinchiusi in casa, virtù dando il via a qualche piccolo progetto che avevo in mente da un po’ di tempo.

Amo scattare le fotografie, non solo in viaggio o dei mei outfit, ma anche foto un po’ più editoriali e creative. È proprio il caso di questa serie di foto che non ho fatto tanto per riempire il mio account Instagram, quanto più che altro per dar sfogo al mio lato creativo.

L’ispirazione è nata quando ho visto tra i tanti scatti delle Photo Vogue Italia questo di Cailin Hill Araki. Il viso della modella, la composizione e la palette cromatica erano al 100% nelle mie corde.

La fattibilità dell’opera, nonostante non abbia luci o faretti, mi preoccupava fino a un certo punto: penso infatti una bella foto che ispiri o che comunque veicoli un messaggio è universalmente valida, a prescindere dal mezzo con cui è stata scattata.

Ho perciò deciso di provare a ricreare questo ritratto editoriale.

cailin hill araki photo vogue italia

 

Backstage: come ricreo un ritratto Vogue

Innanzitutto ho preso:

  • macchina fotografica (la mia è una Canon 6D con collegamento wireless necessario per scattarsi foto da soli)
  • obiettivo 50 mm 1.8
  • Cavalletto (il mio è questo Manfrotto)
  • cellulare
  • vestito rosa

Ho trovato una posizione dove la luce naturale era particolarmente buona e subito di fronte ho posizionato la macchina fotografica col treppiede.

Ho collegato tramite wireless il telefono e la Canon 6D per poter vedere lo scatto finale e azionare l’otturatore per l’autoscatto.

Impostando la macchina con la massima apertura 1.8 ho potuto creare un piacevole effetto bokeh. Le iso sono state impostate a 150-200 perché avevo la benedizione di una luce naturale abbastanza forte e non troppo dura (le tende alle finestre mi hanno dato una mano).

Con l’autoscatto ho potuto impostare una velocità piuttosto bassa di 1/50 perché avevo la certezza innanzitutto di non dover fare i conti con una mano tremolante e poi perché le pose erano comunque molto statiche.

Realizzato gli scatti quindi è il turno della post produzione dove ho dato una preferenza e esaltato i toni rosa, aumentando un po’ la saturazione e diminuendo la luminanza di rosa e arancione.

Ed ecco il risultato finale!

 

scattare foto da sola ritrattistica come ricreo un ritratto di vogue ritratto editoriale vogue

 

Francesca Giagnorio

Lascia un commento





Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.